COUNTRY

Immaginate di essere nel vecchio West, saloon, indiani, cowboys, polvere per le strade e in lontananza la musica e il rumore degli stivali che rimbalzano sul legno... Questa è l'atmosfera dei balli country!

Questo ballo pieno di energia arriva appunto dall’America dell’Ovest e temporalmente si colloca nel periodo del vecchio West, quando i minatori che giungevano principalmente dall’Irlanda e dalla Gran Bretagna, si ritrovavano dopo una lunga giornata di lavoro a cercare un po’ di svago. Era in quel momento che ognuno di loro mostrava agli altri le danze tradizionali della propria zona e le mischiavano alle musiche e alle abitudini dei cowboys. Per far fronte al fatto che le persone muovevano passi differenti, comparve la figura del “the caller” che aveva il compito, come suggerisce il suo nome di chiamare i passi.

La danza country viene definita “Line dance”, cioè ballo in formazione nel quale i ballerini si dispongono su una o più linee, rivolti dallo stesso lato, ballando in sincrono. Questo tipo di coreografia non prevede che ci sia contatto fisico (caratteristica comune tra i vari tipi di line dance).

La difficoltà del ballo è sancita dal numero di “count”, che sono i battiti della musica, più il numero è elevato più la danza sarà complessa.