SWING

- LINDY HOP -

"Era da qualche decennio nato il Jazz e la gente ballava Charleston, Black Bottom, Cakewalk, Texas Tommy quando esplose la creatività: in una delle più note sale di Harlem, il Savoy, i vari stili di ballo si mescolarono e nacque qualcosa di nuovo. Quella forma di ballo, che ben presto si caratterizzò per la presenza di figure aperte e salti spettacolari, ebbe gran successo e in breve divenne comune in tutta America. Ma come si chiamava? Non avevano ancora fatto in tempo a dargli un nome che un giornalista incuriosito lo chiese a quello scatenato Shorty George che poco prima era rimasto incantato ad ammirare la pista gremita di scatenati ballerini.
Era una maratona di ballo in onore di Charles Lindsberg, noto come Lucky Lindy, lo si celebrava per la sua grande e fortunata impresa: la prima trasvolata senza scalo Parigi-New York, era il 1927.
La leggenda vuole che Shorty impreparato alla domanda, sbirciò un giornale che era lì sul tavolo e lesse il titolo "Lindy Hop The Atlantic" così in tutta naturalezza, senza pensarci due volte, rispose: " Beh, si chiama Lindy Hop".
Sapete come si chiamava l'Aeroplano pilotato da Lucky Lindy? Spirit of St. Louis.
Ci piace pensare al Lindy come ad un aereo dal quale è impossibile scendere una volta che si è a bordo.
Spirit Of St. Louis è un progetto internazionale che nasce a Valencia, come quell'aereo pilotato da Lucky Lindy ,oggi  attraversa l'Europa e atterra a Roma con Egle & Ilario per creare una rete interculturale che parte dalla passione per il Lindy Hop e la sua musica: il jazz delle origini.


Le lezioni prevedono una fase iniziale di riscaldamento e una fase successiva in cui ci si concentra sullo studio della tecnica.
La frequenza continua del corso garantisce l'apprendimento dei tasselli fondamentali che permetteranno ai partecipanti di scatenarsi in pista. Il Lindy Hop è un ballo sociale!"